NON È UN INCUBO. CONTINUA!

NON È UN INCUBO. CONTINUA!
Nel 2008 i governi dei paesi dominanti spesero la cifra lunare di 62 trilioni di dollari per salvare il sistema finanziario. Nel 2009 ne spesero quasi altrettanti. In totale $ 117 trilioni. Cioè 117mila miliardi. (Britannica Book of the Year, 2017).

Denaro Virtuale
Denaro Virtuale

Allora scrissi che solo gli Stati Uniti avevano inventato dal nulla 10 trilioni $ comprando carta straccia dei forzieri di tutte le più importanti banche americane. Sbagliavo per difetto. Ma fui oggetto di una serie di scherni e accuse di quelli che la Boldrini ha poi radunato per combattere le fake news (che allora ancora non erano state inventate).
Secondo un recente studio della Federal Reserve, quell’operazione costò 70.000 dollari a testa per ogni cittadino americano. Non so quanto costò a ogni cittadino italiano. Ma, a distanza di dieci anni, a occhio e croce, ha significato la perdita del 25% almeno del nostro reddito individuale medio.
Il che significa che quell’immensa massa di denaro virtuale, introdotto artificialmente nel “sistema”, è finito nelle tasche di quelle banche che, in aggiunta, si sono portate via altrettanta ricchezza nostra, cioè il nostro reddito e i nostri risparmi. E non finisce qui. La Banca Centrale Europea ci comunica che il festino dei Padroni Universali continuerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.