Riflettere e prepararsi al dopo

Bisognerebbe tirare fuori dal cassetto una parola ormai ammuffita: Solidarietà.
Solidarietà verso tutti coloro che si troveranno in difficoltà, o peggio, nel dolore.
Dovremmo usare questo tempo per riflettere sul fatto che viviamo in una società insostenibile, e che se a metterla in ginocchio è bastato un virus, vuol dire che qualcosa di molto sbagliato l’ha tenuta in piedi.
Si, bisogna riflettere e prepararsi al dopo, perché dopo non saremo più uguali a ciò che siamo ora.

Riflettere e prepararsi al dopo; 8 Marzo 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.